Arpa Piemonte - Mappatura delle coperture in cemento-amianto

Titolare - Nome*
Agenzia Regionale per la Protezione dell'Ambiente del Piemonte

Editore

Autore

Titolare - Codice Ipa/P. Iva*
arlpa_to

Editore - Codice Ipa/P.Iva

Autore - Codice Ipa/P. Iva


Descrizione*
L'indagine sulle coperture degli edifici contenenti cemento-amianto rientra nel quadro del \"Progetto regionale di protezione, decontaminazione, smaltimento e bonifica dell'ambiente ai fini della difesa dai pericoli derivanti dall'amianto\" 2010-2014.Il progetto di mappatura delle coperture con presenza di amianto è stato avviato sperimentalmente da Arpa Piemonte nel 2012 ed è entrato nella fase operativa ad inizio 2013 attraverso la collaborazione fra la Struttura Sistema Informativo Geografico Ambientale che cura da diversi anni lo sviluppo di metodologie e modelli di telerilevamento e classificazione di immagini aerofotografiche e satellitari, il Polo regionale Amianto e i Dipartimenti provinciali dell'Agenzia.Il progetto di mappatura è basato tu tecniche di telerilevamento e GIS (sistemi informativi geografici) e sull'impiego di una metodologia di indagine speditiva, applicabile su area vasta (scala regionale) e basata esclusivamente sull'utilizzo di dati già esistenti, ed in particolare dei dati derivanti dalla ripresa aerea fotogrammetrica realizzata dalla Regione Piemonte nel 2009-2010 (ortoimmagini con riprese nelle bande del visibile e dell'infrarosso vicino con risoluzione al suolo di 40 cm).Il prodotto finale consiste in una banca dati georeferenziata degli edifici (residenziali, industriali, agricoli e di servizi) con coperture potenzialmente contenenti cemento-amianto. Tutti i dati derivanti dalla fase di telerilevamento sono messi a disposizione dei tecnici dei dipartimenti per le successive fasi di verifica in campo. Ciò consente quindi il costante aggiornamento dei dati e la consultazione sia tramite computer sia con dispositivi mobili (tablet, smartphone)Il dataset è composto dai punti rappresentativi delle coperture (o porzioni di coperture) identificate tramite telerilevamento e successivamente verificate in campo, per le quali è stata riscontrata presenza di MCA o bonifiche (effettuate o in corso).La mappatura è stata effettuata utilizzando una serie di criteri, che hanno consentito di selezionare le aree prioritarie e più significative del territorio: in particolare sono stati presi in considerazione i comuni più densamente abitati e afferenti a distretti industriali e territoriali rilevanti; sono state invece escluse al momento le zone a quote superiori ai 1000 m in quanto scarsamente antropizzate e comunque povere di insediamenti industriali rilevanti.A tale scopo sono stati presi in considerazione i comuni piemontesi con più di 10.000 abitanti, in base ai dati del censimento ISTAT 2011. Essendo la metodologia di telerilevamento basata sull'elaborazione di singole ortoimmagini aeree (taglio sezioni CTR 1:10.000), si è reso necessario includere nel processo di studio tutte le sezioni necessarie a coprire spazialmente i territori comunali con più di 10.000 abitanti. L'area complessiva di indagine risulta pertanto essere molto più ampia, includendo completamente o in parte anche molti altri comuni minori limitrofi a quelli principali. Complessivamente sono stati, perciò, indagati 9.200 kmq per 3.200.000 abitanti pari al 75% della popolazione regionale.La metodologia si è orientata sull'utilizzo di tecniche di analisi e di classificazione automatica di tipo \"object oriented\" per estrarre dalle ortofoto un livello di 'possibile presenza di cemento amianto' secondo la risposta spettrale degli oggetti territoriali ed in una successiva elaborazione in ambiente GIS per la definizione puntuale degli edificati implicati. Un'importante fase finale di verifica ed integrazione dei risultati attraverso fotointerpretazione tradizionale e, ove possibile, rilievi in campo, con la collaborazione dei Dipartimenti Provinciali e del Polo Amianto dell'Arpa, ha consentito di definire un Geodatabase finale sufficientemente collaudato.Nel mese di febbraio 2018 i dati tabellari sono stati integrati delle informazioni sulla tipologia dell'edificio e della quantità stimata di amianto.I geoservizi sono aggiornati con frequenza in tempo reale, mentre il dataset in download è aggiornato periodicamente (frequenza circa mensile).

URI*

Temi*

Sottotemi

Parole chiave

Data di rilascio
01-01-2014

Frequenza di aggiornamento*
IN CONTINUO AGGIORNAMENTO

Data di ultima modifica*
01-01-2022


PUNTO DI CONTATTO


Nome
Agenzia Regionale per la Protezione dell'Ambiente del Piemonte

Email
webgis@arpa.piemonte.it


Estensione temporale

Copertura geografica
9.214257, 46.46444; 6.626637, 46.46444; 6.626637, 44.060094; 9.214257, 44.060094;

Url geografico

Lingua
ITA

Versione

Conformità

Altro identificativo

Pagina di accesso


DISTRIBUZIONI

  • SHP
    Distribuzione - Formato SHPDescrizione:  Distribuzione - Formato SHP

Licenza - Nome*

Creative Commons Attribuzione 4.0 Internazionale (CC BY 4.0)



CATALOGO


Titolo*
RNDT - Repertorio Nazionale dei Dati Territoriali - Servizio di ricerca

Descrizione*
Il servizio di ricerca del RNDT fornisce l'accesso ai metadati su dati e servizi territoriali delle Pubbliche Amministrazioni italiane. Esso è conforme alle specifiche CSW (ISO Application Profile) di OGC e alle linee guida INSPIRE sui servizi di ricerca

Editore - Nome*
Agenzia per l'Italia Digitale

Data ultima modifica*
2023-01-27

Home page


Puoi valutare il dataset da minimo 1 stella a massimo 5 stelle