Tre nuovi webinar sul tema dei dati aperti

Pubblicato il: Giovedì 12 Novembre 2015

Sono tre i webinar sul tema dei dati aperti proposti dal portale datigov tra novembre e dicembre 2015, i temi affrontati nel corso dei seminari online riguardano in particolare le Linee guida per la valorizzazione del patrimonio informativo pubblico, realizzate e promosse da AgID, la nuova versione dello standard europeo per l’armonizziamone dei metadati dei cataloghi DCAT e il ruolo che i data store pubblici vanno assumendo nell’economia della conoscenza. Di seguito il calendario dei tre webinar e il link diretto per completare l’iscrizione.

Valorizzazione patrimonio informativo pubblico: anticipazioni per le Linee guida 2016

19 novembre 2015
h 12.00 – 13.30

Le Linee guida per la valorizzazione del patrimonio informativo pubblico indirizzano l'azione della pubblica amministrazione verso una adeguata gestione dei dati per l'attuazione dei principi e degli obiettivi delineati con l'Agenda nazionale. Gli aggiornamenti previsti per il prossimo anno alla luce, in particolare, del  recepimento della direttiva sul riutilizzo dei dati del settore pubblico (direttiva PSI 2.0).

Relatori: Gabriele Ciasullo (Agid), Giorgia Lodi (Agid),

Iscrizione

 

Il profilo nazionale dei metadati e il catalogo dati.gov.it

10 dicembre 2015
h 12.00 – 13.30

Approfondimento dedicato a descrivere le caratteristiche del profilo nazionale dei metadati e la sua implementazione su dati.gov.it

Relatori: Gabriele Ciasullo (Agid), Giorgia Lodi (Agid), Antonio Rotundo (Agid)

Iscrizione

 

Cataloghi Open Data in Italia

16 dicembre 2015
h 12.00 – 13.30

Approfondimento dedicato a descrivere caratteristiche e ruolo dei cataloghi dei dati aperti, in particolare dei datastore dati.salute.gov.it e dati.toscana.it

Relatori: Gabriele Ciasullo (Agid); Claudia Biffoli (Ministero della Salute); Fernanda Faini (Regione Toscana) e Davide Bruno (Regione Toscana)

Iscrizione 

 

Informazioni e assistenza

È possibile richiedere maggiori informazioni riguardo ai webinar attraverso il form Scrivi alla redazione.