La Regione Piemonte approva la legge regionale sui dati aperti

Pubblicato il: Mercoledì 21 Dicembre 2011

Ruota intorno alla trasparenza, allo stimolo dell’imprenditoria e all’Agenda digitale europea la legge regionale sulla pubblicazione e il riuso dei dati dell'Amministrazione pubblica  recentemente approvata dalla Regione Piemonte.
 
Roberto Placido (Pd) e Roberto De Magistris (Lega Nord), i relatori della proposta di legge, hanno spiegato così le ragioni della proposta di legge di cui sono entrambi relatori:

La legge dà concreta attuazione al principio secondo il quale i dati prodotti dalle istituzioni pubbliche appartengono alla collettività e, quindi, devono essere resi disponibili e riutilizzabili attraverso internet in formati definiti. In questo modo viene incrementata la trasparenza degli organismi pubblici nonché la partecipazione e la collaborazione tra pubblico e privato

 
Stando al testo della legge l'amministrazione regionale sarà obbligata ad assicurare la disponibilità, la gestione, l'accesso, la trasmissione, la conservazione e la fruibilità dei dati in modalità digitale, facendo proprie le disposizioni già previste dagli articoli 52 e 68 del Codice dell'amministrazione digitale.
 
Dopo essere stata la prima regione a lanciare un data store regionale dedicato al riuso dei dati pubblici,  la Regione Piemonte con questa legge regionale si conferma ancora una volta all’avanguardia su questi temi, candidandosi naturalmente  a diventare esempio da imitare anche per le altre regioni italiane.
 
Fonte: Consiglio regionale del Piemonte