Provincia autonoma di Trento: on line i primi dati geografici

Pubblicato il: Lunedì 20 Febbraio 2012

Approvata dalla giunta della Provincia autonoma di Trento – su proposta del Presidente - la delibera per la pubblicazione di parte della banca dati SIAT (Sistema Informativo Ambiente e Territorio) secondo i principi dell’Open Data.
 

La Provincia autonoma di Trento compie un importante passo in avanti per trasformarsi in una pubblica amministrazione aperta: da oggi sono disponibili online – liberi e riutilizzabili in tempo reale – una serie di dati geografici, in particolare in ambito urbanistico, fino a ieri accessibili solo dopo la procedura di autentificazione. La decisione è stata presa dalla giunta provinciale che ha approvato la delibera proposta dal presidente Lorenzo Dellai. Si tratta del primo provvedimento dell'esecutivo per quanto riguarda il rilascio di informazioni con i principi dell'Open Data, ovvero dati accessibili, con licenza aperta e quindi utilizzabili da tutti.

 
Con il provvedimento approvato il 17 febbraio 2012 sono stati “liberati” 161 dataset (grafo stradale, beni architettonici della Provincia, bacini idrografici, toponomastica, paesaggi di particolare pregio,…), tutti dati geografici  prima raggiungibili solo dopo una procedura di autenticazione dell’utente. I dataset sono accessibili, dal geoportale della Provincia, attraverso il link Ricerca nel geo-catalogo. Per quanto riguarda il formato con il quale vengono rese disponibili le informazioni – e quindi il livello di riusabilità dei dati -  dal catalogo è possibile effettuare il download dei dati in versione Shapefile o RDF (Resource Description Framework), quest’ultimo aspetto conferma l’intenzione dell’Amministrazione di avviare un percorso di valorizzazione dei dati verso il modello dei Linked Open Data. La licenza d’uso che è stata applicata ai dataset, una licenza di public domain (la CC0 della famiglia Creative Commons), permette all’utente di modificare, distribuire – anche per scopi commerciali – le informazioni messe a disposizione.
 

Il geo-catalogo permette di classificare, descrivere e ricercare informazioni relative a geo-dati e geo-servizi secondo le specifiche tecniche del Repertorio Nazionale dei Dati Territoriali del DigitPA. I servizi di accesso ai tematismi Open Government Data, con licenza Creative Commons Zero - CCZero e in formato RDF, sono attualmente in fase sperimentale.

 
Il servizio – come si legge dalla nota pubblicata sul portale – sta ancora vivendo la sua fase sperimentale, ma la delibera rappresenta il passaggio ad un nuovo processo di gestione del patrimonio informativo, una condizione di maggiore trasparenza ed efficienza che potrebbe  aprire nuovi scenari di innovazione e competitività in grado di generare delle ricadute positive, anche in termini economici, per tutta l’area territoriale interessata.
 
Fonte: Provincia autonoma di Trento