Proroga per Apps4Italy

Pubblicato il: Mercoledì 01 Febbraio 2012

Posticipata al 30 aprile 2012 la data di scadenza per la presentazione delle proposte ad  Apps4Italy, il concorso di idee per il riutilizzo creativo dei dati aperti della Pubblica Amministrazione aperto a cittadini, sviluppatori, associazioni e aziende. La notizia è stata resa nota dagli organizzatori del contest, attraverso un comunicato pubblicato sul sito web dedicato all’iniziativa. Ad Apps4Italy, lanciato lo scorso 20 novembre e già patrocinato dal precedente esecutivo, ha riservato grande attenzione anche l’attuale Governo – che infatti come si legge dal comunicato pubblicato – ha chiesto di posticipare i termini di scadenza del concorso al 30 aprile prossimo, una opportunità per rafforzare l’iniziativa e rendere più ambiziosi gli obiettivi preposti.
 
Il montepremi totale a disposizione al momento è pari a 45000 euro, non è tuttavia escluso che tale proroga - di oltre due mesi - sia anche un’occasione per incrementare la cifra destinata ai partecipanti che avranno presentato i prodotti maggiormente aderenti alle caratteristiche definite dagli organizzatori come criteri di valutazione delle proposte:
 

  • Progetti e applicazioni che utilizzano dati aperti (secondo la definizione di Open Knowledge Foundation) provenienti da pubbliche amministrazioni italiane o da privati
  • Progetti e applicazioni che attivano collaborazioni tra individui, gruppi e istituzioni provenienti da diverse regioni italiane
  • Applicazioni e progetti che si possano riutilizzare in più contesti e siano in grado di servire molti utenti – una soluzione per Torino può essere utile anche per Roma e Napoli ma anche a Londra o Parigi
  • Apps4Italy è una competizione nazionale perciò sono molto apprezzate proposte che affrontino problemi che interessano tutto il territorio nazionale
  • Sebbene non sia obbligatorio, l’utilizzo di software free/open source e di licenze aperte (per il codice, i dati e i contenuti proposti) sarà considerato un elemento qualificante
  • Saranno valutate con attenzione le proposte provenienti da quelle zone d’Italia dove la cultura del riutilizzo di dati pubblici non è diffusa o non è presente affatto

 
Concludendo, tutti coloro che sono interessati all’iniziativa sono invitati a seguirne gli sviluppi su www.appsforitaly.org, inoltre, per ricevere ulteriori informazioni  è possibile scrivere a info@apps4italy.org
 
Fonte: www.appsforitaly.org