Open Data Census Italia

Pubblicato il: Martedì 04 Marzo 2014

Nel 2012 l’Open Knowledge Foundation, organizzazione internazionale da diffusione del sapere libero,  che  lanciato e promosso il progetto Open Data Census, ovvero un censimento per individuare i livelli di apertura dei dati delle varie nazioni nel mondo. L’Open Data Census è stato inoltre la base dalla quale si è partiti per definire i 10 dataset chiave che ogni paese del G8 si è impegnato ad aprire con la stipula dell’Open Data Charter.
 
Nel 2013 sono stati pubblicati i risultati come il primo Open Data Index, arrivando, lo scorso autunno, a coprire 700 dataset di 70 Paesi. Questa azione ha dimostrato di essere stata utile nel guidare il rilascio di Open Data in tutto il mondo. Tuttavia, ci sono moltissimi dati, a livello locale, che sono più rilevanti nella vita quotidiana dei cittadini.
 
Partendo proprio da queste considerazioni, l’Open Knowledge Foundation Italia ha lanciato una localizziamone su scala cittadina dello stesso progetto: Open Data Census Italia. Gestito con una logica di crowdsoursing Open Data Census Italia permette di monitorare l’apertura di 10 dataset chiave (Trasporti in tempo reale, Budget annuale, Risultati elettorali, ecc) di tutte le città italiane, dado una visione di insieme dello stato di avanzamento dell’apertura dei dati dei principali comuni e insieme di sviluppare un sano meccanismo di competizione.
 
Una volta consolidato l’Open Data Census Italia sarebbe interessante e proficuo per lo sviluppo dell’open data in Italia provare a replicare lo stesso meccanismo anche sulle 20 Regioni italiane.   
 
VIA Open Knowledge Foundation Italia