Dati.gov.it, aggiornamento sulle funzioni di harvesting e web editor

Pubblicato il: Mercoledì 16 Novembre 2016

Il Portale nazionale dei dati aperti dati.gov.it raccoglie nel proprio catalogo i dataset esposti in formato aperto dalle pubbliche amministrazioni italiane. Con rilascio della nuova versione del portale avvenuta lo scorso anno la tecnologia utilizzata per la gestione del catalogo è stata ripensata, passando da CKAN a DKAN, piattaforma open source di gestione dei dati sviluppata in piena compatibilità con il CMS Drupal utilizzato per la gestione dei contenuti di dati.gov.it. In coincidenza del cambio di tecnologia l’aggiornamento automatico del catalogo è stato sospeso in relazione al recepimento della Direttiva PSI e alla definizione del profilo europeo DCAT-AP, a cui ha fatto seguito la definizione del profilo nazionale DCAT-AP_IT. Il Profilo italiano dei metadati DCAT AP_IT è stato definito dall’Agenzia per l’Italia digitale in ambito europeo ed è finalizzato ad armonizzare i metadati dei dataset aperti esposti delle pubbliche amministrazioni dei Paesi dell’Unione europea.

 

Al momento è in corso una attività di reingegnerizzazione del catalogo sviluppata sulla base degli elementi di cui sopra con l’obiettivo di implementare sul Portale nazionale dei dati aperti la funzionalità di harvesting sui cataloghi nazionali compatibili con il profilo di metadatazione allineato allo standard DCAT-AP_IT.

 

Oltre a prevedere la possibilità di federazione tecnologica attraverso l’harvester, le PA interessate a pubblicare i propri dati sul catalogo nazionale potranno utilizzare la funzionalità di web editor, attraverso cui sarà possibile comunicare alla redazione del Portale i metadati di ogni singolo dataset tramite la compilazione di un form. La funzionalità di web editor per la comunicazione dei metadati è pensata per rendere più agevole l’attività di pubblicazione dei dataset sul Portale nazionale da parte di quelle pubbliche amministrazioni che esponendo pochi dati non hanno la necessità di avere un catalogo open data dedicato, e su cui sarebbe quindi impossibile fare harvesting.

 

Insieme all’attività di riprogettazione del sistema di harvester e della nuova funzionalità di web editor la redazione del Portale dati.gov.it ha avviato una fase di sperimentazione propedeutica al lancio di queste nuove funzionalità con un gruppo ristretto di amministrazioni che hanno mostrato interesse a testarle in anteprima.

 

A causa del mancato aggiornamento degli ultimi mesi il catalogo dati.gov.it attualmente online presenta una serie di risorse che contengono link rotti che fanno riferimento alle pagine web su cui erano caricati dataset delle PA che nel tempo sono stati spostati. Ciò stante, è stata avviata una attività di bonifica delle risorse che presentano tale situazione al fine di assicurare la coerenza dei dataset esposti nel catalogo. Naturalmente nelle prossime settimane la situazione sarà ripristinata attraverso la sostituzione dei dataset importati mediante harvester o web editor.

 

Ulteriori aggiornamenti in merito saranno comunicati su queste pagine e sull'account Twitter @DatiGovIT.