La consultazione sul 4° Piano d’azione nazionale per l’open government 2019-2021

Pubblicato il: Mercoledì 27 Marzo 2019
4 piano ogp

Nell’ambito della partecipazione a Open Government Partnership, l’Italia ha avviato il processo per la redazione del 4° Piano d’azione nazionale per l’Open Government 2019-2021. Dopo gli incontri propedeutici con le amministrazioni e le organizzazioni della società civile dell’Open Government Forum, il Team OGP del Dipartimento della funzione pubblica espone a consultazione pubblica la bozza del Piano, invitando tutti gli interessati a partecipare con propri contributi e osservazioni.

 

Il 4° Piano d’azione nazionale per l’open government 2019-2021 rappresenta una strategia complessiva che – attraverso la realizzazione di un numero circoscritto di iniziative – vuole ambire a raggiungere risultati significativi in materia di trasparenza, partecipazione civica, lotta alla corruzione, semplificazione e innovazione della pubblica amministrazione. Rispetto ai precedenti Piani di azione il 4° Piano d’azione nazionale per l’open government 2019-2021 presenta alcune significative novità:

  • in coerenza con le indicazioni del Comitato Direttivo di Open Government Partnership, il numero delle azioni è limitato in quanto si è scelto di concentrarsi su impegni più ambiziosi e significativi;
  • ciascuna azione vede il coinvolgimento di più amministrazioni, in un’ottica di collaborazione strutturata che consenta di massimizzare gli impatti delle attività;
  • nella definizione delle azioni, per quanto possibile, si è tenuto conto delle proposte presentate dalle organizzazioni della società civile nel corso della consultazione preliminare.

 

La redazione del 4° Piano d’azione nazionale per l’open government 2019-2021 è quindi il risultato del lavoro di coordinamento di tutti gli attori istituzionali e della società civile. In particolare, il Team OGP ha coinvolto un gruppo di lavoro a cui sono state invitate tutte le amministrazioni centrali e rappresentanti di quelle regionali e locali che hanno scelto di impegnarsi nelle azioni per il biennio 2019-2021 e l’Open Government Forum che conta circa cento organizzazioni della società civile.

 

La prima azione  è dedicata al tema dei dati aperti, ed è incentrata, soprattutto, sulla necessità di continuare a promuovere una cultura della valorizzazione del patrimonio informativo pubblico finalizzata al riuso dei dati. Il Piano prevede 41 Impegni specifici sul tema dei dati aperti presi da più di 15 diverse amministrazioni, tra cui l’Agenzia per l’Italia Digitale, ISTAT, Presidenza del consiglio dei Ministri - Dipartimento della funzione pubblica, MiBAC, Unioncamere, Regioni e Province Autonome, ecc. Tali impegni, nel loro complesso, riguardano:

  • l’aumento della qualità e quantità di dati pubblicati come open data, attraverso la definizione di un paniere condiviso di dataset di elevato valore
  • l’incremento della capacità di gestione dei dati e conseguente riutilizzo dei dati inclusi nel suddetto paniere, attraverso la messa a disposizione di API
  • la promozione dell’utilizzo degli open data per processi di accountability e di valutazione dell’impatto sulle politiche pubbliche nonché decision making

 

Attraverso la Consultazione pubblica online l’OGP Team vuole stimolare un confronto aperto e costruttivo, volto ad acquisire osservazioni da parte di cittadini, associazioni, imprese, pubblici dipendenti e, più in generale, tutti i soggetti interessati e coinvolti a vario titolo dalle Azioni previste dal Piano. La consultazione è aperta dal 15 marzo al 30 aprile 2019.