Apps4Italy: le migliori proposte

Pubblicato il: Martedì 22 Maggio 2012

Sono stati premiati, durante il convegno conclusivo di Forum PA 2012, i vincitori di Apps4Italy, il primo contest italiano sullo sviluppo di idee e progetti basati sui dati pubblici disponibili.

 

L’iniziativa, promossa dal Dipartimento per la Digitalizzazione della PA e l’Innovazione tecnologica, ha fatto registrare numeri importanti, sono infatti oltre 200 le proposte giunte in sei mesi (Apps4Italy è stato lanciato lo scorso ottobre). Con un montepremi totale pari a 45.000 euro, sono stati premiati 22 progetti, suddivisi in diverse categorie: App, Idee, Visualizzazioni, Dataset.

 

A seguire i primi tre classificati per ognuna delle 4 categorie del contest:

 

App

Per quanto riguarda la categoria ‘App’, si è classificata al primo posto “Open Parlamento”, un’app per seguire, comprendere e partecipare a tutto ciò che viene discusso e votato in Parlamento. I dati su cui si basa l’applicazione sono quelli messi a disposizione dalla Camera dei Deputati  e dal Senato. Al secondo posto, sempre per la categoria App, si è posizionata “lodlive – browsing the web of data”, un progetto sperimentale, nato per diffondere la cultura dei Linked Open Data, si propone come navigatore di risorse RDF basato su endpoint SPARQL. Infine, è stata premiata, posizionandosi al terzo posto della categoria, “BikeDistrict: la mappa on line del ciclista urbano”, un’applicazione in grado di calcolare, inserendo un punto di partenza ed una destinazione, l’itinerario più adatto alle esigenze di chi utilizza la bici a Milano.

 

Idee

Il primo premio della categoria ‘Idee’ è stato assegnato a “Open Bilanci”, un progetto di piattaforma web per l’elaborazione dei dati di bilancio di tutti i comuni italiani in grado, inoltre, di distribuire informazioni e servizi, gratuiti per i cittadini e commerciali per le aziende. Un’altra interessante idea, premiata con il secondo premio della categoria, è rappresentata dal progetto “QuVI”, un portale che attraverso un algoritmo dedicato è in grado di restituire dati sul livello di qualità della vita di un determinato territorio, anche in base agli interessi personali della persona. Il terzo premio è stato assegnato all’idea “MyOpenUni”, nata da un gruppo di studenti di Reggio Emilia, rappresenta un raccoglitore di informazioni e dati, ma al tempo stesso anche uno strumento di analisi e benchmarking tra le università.

 

Visualizzazioni

Tra le visualizzazioni presentate ad Apps4Italy, “Mappeelettorali.it” è stata premiata con il primo premio della categoria, si tratta di un servizio di visualizzazione su mappa dei risultati elettorali, si basa su dati ufficiali immediatamente pubblicati dopo le elezioni e permette di visualizzare statistiche descrittive sezione per sezione. Il secondo premio della categoria è andato a “datacollab.it”, uno spazio di collaborazione per stimolare la discussione sui temi d’attualità in grado di favorire una migliore comprensione dei fenomeni, le discussioni sono scaturite dalla possibilità di confrontarsi su visualizzazioni dinamiche create ad hoc per i temi affrontati. Terzo premio della categoria visualizzazioni assegnato a “iXmaps”, sistema di mappe interattive in HTML5, una piattaforma per la pubblicazione di informazioni statistiche geo referenziate, basata sulle tecnologie standard definite dal W3C.

 

Dataset

Premiata come migliore proposta, nella categoria ‘Dataset’, “DBpedia Italia” è un progetto collaborativo per l’estrazione e il riuso di informazioni strutturate dalla versione italiana di Wikipedia, è possibile eseguire delle query anche complesse e collegare altri dataset Linked Data. Il secondo premio è stato assegnato al progetto “LOIUS”, l’obiettivo è quello di pubblicare i dati rilasciati dall’Ufficio Statistica del MIUR sfruttando le enormi potenzialità del web semantico. Infine, si è posizionato al terzo posto della categoria “Openhub Italia data Project”, basato sugli open data relativi ai Centri per l’impiego della Provincia di Roma, offre una precisa fotografia delle attuali dinamiche occupazionali.

 

fonte: Apps4Italy