Open Government Partnership, disponibile il Piano d’Azione italiano 2016

Pubblicato il: Venerdì 30 Settembre 2016

Sulla piattaforma Italia Open Gov è disponibile la versione definitiva del Terzo Piano d’Azione italiano per Open Government Partnership, documento strategico che definisce gli impegni assunti dall’Italia in tema di trasparenza, accountability e partecipazione dei cittadini per il triennio 2016-2018. Il piano è stato redatto dal Dipartimento della funzione pubblica, sulla base delle proposte delle pubbliche amministrazioni coinvolte e delle priorità segnalate dalle organizzazioni della società civile. Il piano è il punto di arrivo di un processo partecipato che ha visto il coinvolgimento dei rappresentanti della società civile e di molte organizzazioni attive sui temi dell’amministrazione aperta.

 

Open Government Partnership (OGP) è una iniziativa internazionale multilaterale partecipata da più di 70 Paesi, a cui l’Italia ha aderito nel settembre 2011. Nel 2012 è stato presentato il Primo Action Plan italiano, a cui ne ha fatto seguito un secondo nel 2014. Nella logica di Open Government Partnership gli Action Plan che ogni Paese aderente deve presentare nel momento in cui aderisce all’iniziativa e, successivamente, rinnovare in maniera periodica, rappresentano un elemento centrale. E’ attraverso l’Action Plan infatti che ogni Paese membro di OGP condivide in maniera operativa i principi e valori che ne sono alla base del governo aperto, declinandoli in impegni ed azioni concrete.

 

Il Terzo piano d’azione italiano rilancia in maniera sostanziale gli impegni già presi dall’Italia in ambito Ogp, sia per metodo di definizione degli obiettivi che per portata delle azioni previste. Il Piano prevede impegni puntuali e tempi definiti per 34 diverse Azioni - per ciascuna sono indicati i soggetti responsabili, gli obiettivi prefissati, gli impegni specifici e i tempi di attuazione - suddivise in tre diversi macro ambiti tematici:

  1. Trasparenza e open data
  2. Partecipazione e accountability
  3. Cittadinanza digitale e innovazione

 

Oltre a rinnovare sostegno alle valide e numerose iniziative già in corso (Soldipubbici, OpenCoesione, ItaliaSicura, OpenCantieri, ecc) il Piano dedica al tema specifico dei dati aperti le prime sette Azioni, da implementare sia su scala nazionale che locale:

  1. Agenda Nazionale partecipata per la valorizzazione del patrimonio informativo pubblico che si sostanzia, in effetti, in un “Paniere dinamico di dataset”
  2. Apertura dei dati sulla mobilità attraverso OpenTrasporti
  3. Istat - Linked Open data
  4. Accesso e riuso dei dati del sistema educativo
  5. Portale OpenCUP - Anagrafe nazionale dei progetti d'investimento pubblico
  6. Firenze Open data

 

In particolare l’Azione 1 - Agenda Nazionale partecipata per la valorizzazione del patrimonio informativo pubblico avrà della ricadute dirette anche sul Portale nazionale dei dati aperti. Nello specifico questa Azione prevede di continuare a portare avanti i lavori di selezione e apertura di dataset di interesse nazionale In particolare, lo strumento di riferimento per questa attività è il Paniere dinamico di dataset , aggiornato annualmente, su cui le amministrazioni di impegnano ad operare per renderli disponibili in open data . Il Paniere indirizzerà quindi l’azione delle amministrazioni per l’effettiva apertura dei dataset, tenendo conto anche degli obiettivi concordati nel contesto dell’OGP e discussi nel contesto dell’Open Government Forum.

 

Open Government Partnership parte dal presupposto che il rispetto dei principi alla base del governo aperto possano diventare concrete azioni di governo solo grazie alla collaborazione virtuosa e continua tra istituzioni e cittadini. A questo proposito il 3° Piano d’Azione italiano OGP individua nell’Open Government Forum una parte integrante dell’implementazione del piano stesso, con l’obiettivo di garantire un confronto ampio e partecipato sui temi e sulle 34 Azioni individuate. Inoltre il la piattaforma www.open.gov.it, fin ora utilizzata per la consultazione pubblica del Piano, continuerà ad avere un ruolo centrale anche durante il periodo di attuazione del 3° Piano d’Azione italiano OGP, dal momento che esporrà tutti i documenti relativi alle attività del Forum e consentirà di monitorare l’effettivo rispetto degli impegni presi, mantenendo la più elevata trasparenza sul processo e sui risultati raggiunti.