Il progetto open data di INAIL

L’INAIL attraverso la nuova piattaforma dedicata ai dati aperti dell’Istituto, dati.inail.it, mette a disposizione in formato aperto informazioni sulla propria struttura organizzativa, dati statistici e dati relativi a ricerche di settore.

Le banche dati dell`INAIL possono rappresentare una interessante opportunità su cui lavorare perchè sono particolarmente ricche anche in termini di valenza storico-statistica ma soprattutto di valenza sociale e scientifica.

 

Per il percorso di apertura avviato, l’Istituto ha individuato nell’approccio per processi (identificazione dei dataset, analisi dei dataset identificati, pubblicazione, diffusione) il modello da seguire per garantire un buon livello di qualità delle informazioni messe a disposizione.  Un altro importante elemento da considerare,  è l’idea di definire un Competence center per l’open data all’interno della struttura organizzativa dell’Ente, un organismo strategico con il compito di standardizzare un modello collaborativo per la gestione di tutti gli aspetti legati all’open data.

 

Al momento, sul data store INAIL sono disponibili circa 15 dataset licenziati attraverso IODL 2.0, gli stessi dati sono disponibili, inoltre, in tre diversi formati: CSV, XML, RDF. La scelta dei formati utilizzati, ed in particolare con riferimento all’RDF, conferma l’intenzione dell’INAIL di evolvere, successivamente, verso il modello dei Linked Open Data. Per quanto riguarda i dataset che andranno – in un secondo momento - a popolare ulteriormente dati.inail.it, si tratta di informazioni di particolare interesse, come: banca dati delle professioni, rapporti INAIL, patrimonio immobiliare, atti ufficiali, DURC, bilanci sociali, etc.