Consultazione sulle Linee Guida Nazionali per la Valorizzazione del Patrimonio Informativo Pubblico, anno 2016

Il principio dell’open data by default, introdotto nel 2012 con la modifica dell’articolo 52 del Codice dell’Amministrazione, il recepimento della nuova direttiva Europea 2013/37/UE, detta PSI 2.0, hanno reso necessario un aggiornamento delle linee guida per la valorizzazione del patrimonio informativo pubblico, pubblicate dall’Agid nel 2014.

Come ribadito dal  “Piano Triennale per  l’ICT della Pubblica Amministrazione” per valorizzare il patrimonio informativo pubblico c’è bisogno di uno sforzo maggiore sul tema delle infrastrutture immateriali e delle basi di dati prevedendo, tra le altre, azioni specifiche.

Le novità del documento rispetto alle linee guida del 2014

Il documento è costruito nel tentativo di renderlo di più immediata lettura, guidando l’utente attraverso un percorso che prevede azioni specifiche, la cui mancata attuazione può vanificare il processo di valorizzazione dei dati della pubblica amministrazione. E’ stata data maggiore attenzione al tema dei metadati, introducendo il profilo nazionale DCAT-AP_IT anche necessario per la documentazione di quelli inclusi nel portale dati.gov.it. Quest’ultimo assume un ruolo più rilevante rispetto al passato in attuazione delle norme di recepimento della direttiva PSI 2.0. Con le nuove linee guida si potrà :

  1. strutturare una prima versione dell’architettura dell’informazione del settore pubblico grazie alla quale identificare un insieme di dati di riferimento e “core” (o indipendenti da domini applicativi), per i quali applicare modellazioni comuni;
  2. predisporre dati secondo quanto previsto dagli standard ISO/IEC 25012 e 25024;
  3. avere indicazioni di una licenza di riferimento per tutti i dati della pubblica amministrazione che sia aperta e internazionalmente riconosciuta.

A chi si rivolge

Il documento è destinato a tutte le pubbliche amministrazioni, alle società interamente partecipate da enti pubblici o con prevalente capitale pubblico, inserite nel conto economico consolidato della pubblica amministrazione, come individuate dall'ISTAT ai sensi dell'art. 1, co. 5, della L. 311/2004. Il documento è destinato anche ai gestori di servizi pubblici e agli organismi di diritto pubblico.

La documentazione resa disponibile in consultazione è la seguente:

  1. il documento Linee Guida Nazionali per la Valorizzazione del Patrimonio Informativo Pubblico (in .pdf e .odt) che propone una serie dia azioni che devono essere necessariamente intraprese dalle Amministrazioni per attuare il processo di valorizzazione del patrimonio informativo pubblico
  2. il documento che contiene il template (in formato .doc) attraverso il quale inviare le segnalazioni di osservazioni sulle Linee guida oggetto della consultazione
  3. il documento che contiene il template (in formato .odt) attraverso il quale inviare le segnalazioni di osservazioni sulle Linee guida oggetto della consultazione

 

Partecipazione

Gli interessati possono inviare entro il 09 ottobre p.v., i propri commenti e suggerimenti di modifica sulle Linee guida oggetto della consultazione, attraverso il template, disponibile in formato .odt e .doc , da trasmettere, debitamente compilato, all’indirizzo di posta elettronica info@dati.gov.it.

 

Esiti

Alla chiusura della consultazione, i commenti e le proposte di modifica pervenuti saranno analizzati da AgID ed eventualmente presi in considerazione nella stesura della versione finale delle Linee guida. Le osservazioni ricevute e le relative decisioni assunte in merito saranno rese pubbliche attraverso uno specifico report che sarà pubblicato su questo portale.

 

Contatti

Per ulteriori informazioni è possibile contattare la Redazione del portale dati.gov.it inviando utilizzando il form Scrivi alla redazione.

 

Documenti

Di seguito tutta la documentazione per partecipare alla Consultazione: