Come federare il proprio catalogo con dati.gov.it

Il catalogo dati aperti espone i dataset in formato aperto, così come pubblicati e aggiornati dalle rispettive amministrazioni.

Il catalogo è alimentato grazie al contributo di tutti gli Enti pubblici italiani che espongono open data. Per renderlo costantemente aggiornato è stata implementata la funzione di harvesting in grado di importare in maniera automatica i metadati dei dataset esposti dalle singole amministrazioni sul proprio catalogo.
Qualunque ente pubblico italiano che dispone di un catalogo di dati aperti può contribuire ad alimentare il catalogo nazionale dati.gov.it in maniera automatica con aggiornamento settimanale programmato.

I metadati raccolti ed esposti dal catalogo dati.gov.it confluiscono poi nel catalogo del Portale europeo dei dati. Per evitare ridondanze, è stata prevista, in linea generale, l’adozione di una policy, condivisa dalla maggior parte dei paesi comunitari, in base alla quale il portale europeo raccoglierà i dati solo dal catalogo nazionale.

Le Amministrazioni che intendono federare il proprio catalogo con il catalogo dati.gov.it possono utilizzare il form Scrivi alla redazione comunicando:

  1. Nome e cognome del referente del catalogo;
  2. Indirizzo mail e riferimenti telefonici del referente del catalogo;
  3. url di accesso al catalogo (endpoint)

Al momento l'interrogazione dei metadati dei cataloghi da federere con dati.gov.it può essere fatta in due diversi formati

L’alimentazione e l'aggiornamento del catalogo nazionale sono processi che prevedono quindi la diretta collaborazione con l'Amministrazione titolare dei dati che ha sempre una responsabilità diretta sui propri dati e metadati di descrizione dei dataset. Per le Amministrazioni titolari dei dati è possibile avvalersi di un'altra Pubblica Amministrazione per le attività di alimentazione e aggiornamento del catalogo nazionale: ad esempio nel caso in cui il catalogo di una Regione raccolga i dati delle amministrazioni locali. Nel caso in cui le amministrazioni optino per questa soluzione occorre tener presente che, al fine di evitare la duplicazione delle informazioni, l'Ente che delega la Regione ed  espone i propri metadati sul catalogo regionale  non deve chiedere la raccolta dei metadati anche da parte del catalogo nazionale. Sarà il catalogo regionale a predisporre la raccolta dei dati dell'Ente assicurando una adeguata frequenza di aggiornamento e la conseguente alimentazione del catalogo nazionale.

 

Cataloghi federati

 

Il Portale dati.gov.it rende disponibile la pagina Elenco cataloghi sorgente con la lista completa dei cataloghi di dati aperti che alimentano il catalogo nazionale, dove per ogni catalogo sono disponibili:  

  • Il titolo del catalogo
  • La url dell’endpoint attraverso cui avviene l’harvester
  • Il numero di dataset catalogati nell’ultimo harvester    
  • La data dell'ultimo harvester
  • Il giorno della settimana e l'ora di esecuzione

I cataloghi vengono aggiornati con frequenza settimanale.

L’Elenco cataloghi sorgente è disponibile in download in formato CSV.