A breve il nuovo harvester del catalogo di DatiGovIt

Pubblicato il: Martedì 07 Febbraio 2017

L’Agenzia per l’Italia Digitale ha avviato la fase di rinnovamento del Portale dati.gov.it finalizzato, tra l’altro, alla reingegnerizzazione del catalogo nazionale dei dati aperti, delle relative funzioni di raccolta automatica dei dati (harvesting) e alla realizzazione di una nuova veste grafica del sito.

Gli obiettivi che l’Agenzia per l’Italia digitale si è posta in questa fase sono i seguenti:

  • Attivare la funzionalità di harvester dei dataset esposti dalle PA italiane in modo da conseguire la diretta partecipazione delle amministrazioni all’alimentazione del catalogo
  • Aggiornare le informazioni presenti nel catalogo
  • Migliorare la fruizione del catalogo con informazioni coerenti con la reale disponibilità di dati di tipo aperto
  • Migliorare l’usabilità del sito attraverso una nuova interfaccia di navigazione
  • Allineare la veste grafica del Portale alle Linee guida di design per i servizi web della PA

In particolare, è già stata attivata la funzione di harvester sulla nuova release del sito che sarà resa disponibile agli inizi del prossimo mese di marzo. La fase di test che precede detta pubblicazione del sito dati.gov.it sta proseguendo attraverso una sperimentazione che coinvolge un primo gruppo di pubbliche amministrazioni con cui è stato possibile testare l’interrogazione automatica dei rispettivi cataloghi attraverso l’utilizzo della suddetta funzionalità di harvesting già sviluppata.

Consolidata questa fase, si intende ora allargare la sperimentazione; pertanto, le amministrazioni che intendono federare il proprio catalogo con il Portale nazionale dei dati aperti, possono contattare la redazione del portale stesso attraverso il form Scrivi alla redazione comunicando:  

  • Nome e cognome del referente del catalogo
  • Indirizzo mail e riferimenti telefonici del referente del catalogo
  • url di accesso al catalogo

Al riguardo, premesso che per la documentazione dei dati va utilizzato quale standard comune il profilo nazionale di metadati DCAT-AP_IT, finalizzato tra l'altro ad armonizzare i metadati dei dataset delle pubbliche amministrazioni, in questa fase sarà possibile includere nel catalogo nazionale anche i cataloghi che espongono i propri dataset con un differente profilo.

In questo modo potrà essere garantito un sostanziale aggiornamento dei dataset attualmente presenti nel catalogo mediante un diretto coinvolgimento delle amministrazioni, in coerenza con il contesto normativo previsto dall Art. 9 del D. Lgs. 36/2006, come modificato dal D. Lgs. 102/2015 di recepimento della direttiva 2013/37/EU (direttiva PSI 2.0) in materia di riutilizzo dell'informazione del settore pubblico.