Al via la consultazione pubblica sul profilo dei metadati per i servizi della PA (CPSV-AP_IT)

Pubblicato il 22/02/2016

È aperta la consultazione pubblica sul profilo italiano dei metadati richiesti per descrivere tutti i servizi disponibili presso la pubblica amministrazione. Il profilo è elaborato nell’ambito delle attività istituzionali dell’Agenzia per l’Italia Digitale (AgID) finalizzate alla promozione delle politiche di valorizzazione del patrimonio informativo pubblico nazionale e all’attuazione della Direttiva relativa al riutilizzo dei dati pubblici (nota come Direttiva PSI 2.0) .

Il profilo nazionale, che si inserisce nel contesto del framework europeo di interoperabilità, rappresenta un’estensione della specifica CPSV-AP (Core Public Service Vocabulary – Application Profile), definita nell’ambito del programma ISA (Interoperability Solutions for European Public Administrations) della Commissione Europea. Per tale motivo esso è stato denominato anche “Profilo italiano di CPSV-AP” abbreviato in “CPSV-AP_IT”.

Attraverso il profilo si possono descrivere tutti i servizi forniti dalle pubbliche amministrazioni ai cittadini, professionisti e imprese, siano essi disponibili online o fisicamente, attivi o in fase di sviluppo.

La documentazione in consultazione pubblica comprende: la specifica, il diagramma UML, l’ontologia OWL serializzata in RDF/XML, le classificazioni SKOS e alcuni esempi in Turtle e in RDF/XML.

Fino al 21 marzo p.v. gli interessati potranno inviare suggerimenti e proposte di modifica utilizzando l’apposito template, da inoltrare all’indirizzo di posta elettronica info@dati.gov.it.

E’ in programma anche uno specifico webinar finalizzato all’illustrazione del profilo e alla discussione di eventuali approfondimenti richiesti dai partecipanti. Il webinar, che sarà organizzato con la collaborazione di FormezPA, si terrà il 10 marzo p.v. A tal fine, su questo portale saranno fornite tutte le informazioni necessarie per la partecipazione.

Al termine del periodo di consultazione, di cui sarà reso disponibile un report complessivo, AgID valuterà le proposte pervenute ai fini della stesura della versione definitiva del documento e dei corrispondenti diagramma UML e ontologia OWL.

Maggiori informazioni di dettaglio e tutti i documenti sono disponibili nella pagina dedicata del portale